Avvertenze
Difficoltà
Dislivelli
Meteorologia in montagna
ESCURSIONI
HOME
 


Clicca sull'immagine per vedere le foto del primo giorno

Clicca per vedere le foto del 1° giorno


Clicca sull'immagine per vedere le foto del secondo giorno

Clicca per vedere le foto del 2° giorno


Clicca sull'immagine per vedere la panoramica dalla vetta del M. S. primo

Clicca per vedere la panoramica

Dorsale del Triangolo Lariano

Da Brunate a Bellagio

Prealpi Lombarde

Breve Descrizione

Un mini-trekking di due giorni che si svolge con partenza da Brunate e arrivo a Bellagio. L'itinerario è lungo, se affrontato integralmente per cresta (arriva a sfiorare i 40 km.) e con dislivello notevole (quasi 2000 m). Peraltro, se affrontato senza neve, non presenta nessuna difficoltà tecnica. Ci sono alcune opzioni per il pernottamento. Ideale è il Rifugio Stoppani, noi abbiamo dormito (compiendo una breve deviazione al Pian del Tivano all'albergo Dosso).

Note Tecniche

Località di partenza: Brunate 715  m. salendo da Como con la funicolare.
Dislivello: 1° giorno 900  m. c. - 2° giorno 800 m. c.
Difficoltà: E.
Percorrenza: 1° giorno 7 h. - 2° giorno 6 h e 30 min.
Periodo Consigliato: Primavera e autunno.
Ultima salita: 15-16 maggio 2010
 

Accesso

cartina trekking dorsale del Triangolo Lariano
Clicca sulla mappa per ingrandirla


Da Genova si segue l'autostrada A/ fino a Milano dove seguendo la tangenziale ovest si prende l'A9 fino all' uscita di Como sud. Date le problematiche di parcheggio a Como è meglio uscire qui e lasciare l'auto nel parcheggio della stazione di Como Camerlata. Si prende il treno delle Ferrovie Nord fino al capolinea dei Como lago (due fermate) Qui scesi dalla stazione in pochi metri si è alla partenza della funicolare che porta da Como a Brunate, dove parte il nostro itinerario. Al ritorno è possibile rientrare a Como con i pullman di linea oppure con il battello. Riprendendo poi a Como il treno in senso inverso si ritorna a Camerlata.

It. 1° giorno: Brunate - Pian del Tivano

Si prende il sentiero segnalato con bandierina bianco rossa 1 che segue una stradina pedonale fino a S. Maurizio e al Faro Voltiano. Si prosegue sull'asfalto fino al Rifugio Cao dove termina la strada. Proseguendo su sterrata si arriva al primo bivio dove a sinistra si sale al Pizzo Tre Termini m. 1144. Si continua sulla costiera fino a raggiungere il M. Boletto m. 1238. Si ridiscende fino alla Bocchetta di molina per risalire fino in vetta al M. Bolettone m. 1318. Si ridiscende seguendo sempre la costiera fino alla Bocchetta di Lemma (dove nei pressi sorge la Capanna Mara). Si prosegue in direzione del M. Palanzone che si raggiunge dopo aver superato la Bocchetta di Palanzo. Dal M. Palanzone m. 1436 si scende seguendo la cresta fino al M. Bui e alla Bocchetta di Caglio. Da qui noi siamo scesi al Pian del Tivano passando per i Piani di Nesso ( mentre l'itinerario di dorsale prosegue verso la Colma di Sormano e l'Alpe Spessola. ( 7 h, 900 m. di dislivello.)

It. 2° giorno: Pian del Tivano - Bellagio

Seguiamo la strada carrozzabile  che porta brevemente al bivio per l' Alpetto di Torno. Da qui si segue il segnavia 1 che salendo nel bosco ci porta compiendo un lungo ma panoramico giro in vetta al M. San Primo m. 1686 passando per l'Alpe Spessola e la Bocchetta di Terrabiotta. dalla vetta si scende il ripido sentiero nel bosco che porta al Rifugio Martina (ottima polenta "uncia"). Dal rifugio si segue brevemente la stradina fino ad un bivio che porta a scendere un prato dove un sentiero dovrebbe seguire il filo della cresta (noi in verità siamo scesi seguendo delle tracce a mezzacosta nel bosco fino ad arrivare a Paum dove siamo scesi per proseguire ora su sterrata e ora su asfalto fino a Brogno e da qui per villette e stradine fino a Perlo e poi al borgo di S. Giovanni (Bellagio) dove abbiamo preso l'autobus che in un'ora ci ha riportato a Como. In alternativa da S. Giovanni si segue la strada asfaltata fino all'imbarcadero di Bellagio e si ritorna a Como con il battello (2 ore e mezza). ( 6 h e 30 min., 800 m. di dislivello.)


Ritorna alla pagina delle ESCURSIONI 
 
Ultimo Aggiornamento: 22 maggio, 2010