Avvertenze
Difficoltà
Dislivelli
Meteorologia in montagna
ESCURSIONI
HOME

Clicca sulla foto per visualizzare la galleria completa della salita al Monte Tantanè da Mandriou

Clicca sulla foto per vedere tutte le altre.

 

 

 

M. Tantanè m. 2734

Alpi Pennine

Breve Descrizione

La vetta del Monte Tantanè  m. 2734 Alpi Pennine
Clicca sulla foto per ingrandirla


Una delle più belle, e molto panoramica  tra le cime della Val d'Ayas, gemella, meno famosa e meno frequentata, del Monte Zerbion. L'itinerario qui descritto è più lungo del normale che sale dalla località di Barmasc. Raggiunge lo stesso il Colle Portola partendo però da Mandriou. Da qui si segue un canale irriguo che seguendo quota 1900 arriva a ricongiungersi all'itinerario che sale da Barmasc. Questo canale del Ru Courtaud lungo ben 25 chilometri, venne costruito a picco e pala per portare l'acqua dal Ghiacciaio di Ventina fino in valle nel 1400. Ora dopo un rifacimento degli anni '80 si può seguire con un bel sentiero che collega Mandriou a Barmasc.

Note Tecniche

Località di partenza: Mandriou m. 1850
Dislivello: 900 m. c.
Difficoltà: EE.
Percorrenza: 3 h e 30 min. + 3 h  per il ritorno.
Periodo Consigliato: Luglio-settembre.
Ultima salita: 8  agosto 2010
 

Accesso

Clicca sulla carta per vedere la traccia GPS della salita al Monte tantanè da Mandriou
Clicca sulla mappa per ingrandirla


Da Genova Voltri con l'autostrada A26 fino a Santhià, poi seguire l'A5 (direzione Aosta) fino all'uscita di Verres. Prendere la strada della Val D'Ayas fino a giungere al bivio per Antagnod. Superato Antagnod, dopo circa un chilometro troviamo la deviazione a sinistra per Mandriou che si raggiunge in breve.
 

Itinerario

Lasciata l'auto nel parcheggio FOTO si entra nel borgo seguendo le paline segnaletiche  segn. giallo 3. Il sentiero esce dall'abitato e sale in breve a raggiungere la "Ca' Zena" una baita dell'Arcidiocesi di Genova con una inconfondibile sagoma della lanterna all'ingresso da una parte e un'ancora dall'altra. Qui il sentiero sale ripido a sinistra della Cà Zena, FOTO nel bosco per sbucare nei pascoli dell'Alpe Mezzan che si raggiunge tra due steccati di legno. Senza raggiungere l'Alpe Mezzan si devia a sinistra in corrispondenza di un canale irriguo che si segue per oltre un'ora di cammino fino al "Pian delle Signore" dove si incontra il sentiero  n° 2 che sale da Barmasc  e che porta verso il Colle Portola. Il sentiero sale arrivando al Pian Portola e poi con un tratto più ripido sbuca al Colle Portola m.2410 c. Qui si devia a destra seguendo la traccia segnalata (palina) che porta al Monte Tantanè. (A sinistra, in più breve tempo un'altro sentiero porta sulla vetta del M. Zerbion). Si prosegue sul sentiero che segue il crinale passando tra un elettrodotto e un pannello per le telecomunicazioni. Si continua sempre sul crinale fino ad arrivare ad un rilievo che si può superare, più agevolmente, a sinistra tagliando con una traccia di sentiero il versante, oppure salendo direttamente per la cresta. Si continua, sempre per cresta, superando man mano che ci si avvicina alla meta, qualche passo un po' più esposto fino all'ultimo crinale che porta sulla cima. (3 h e 30 min.).

Ritorno

Per lo stesso itinerario di salita. ( 3 h c.) .


Ritorna alla pagina delle ESCURSIONI 
 
Ultimo Aggiornamento: 30 settembre, 2010