Avvertenze
Difficoltà
Dislivelli
Meteorologia in montagna
ESCURSIONI
HOME

Clicca sulla foto per vedere altre immagini della salita al Monte Tobbio da Voltaggio

  Clicca sulla foto per vedere le altre

M. Tobbio m. 1092    da Voltaggio

Appennino Ligure

Breve Descrizione

Il Monte Tobbio visto dal M. delle Figne
Clicca sulle foto per ingrandirle


È una montagna isolata e caratteristica, aspra e dirupata, situata al centro del Parco Naturale Regionale delle Capanne di Marcarolo. Bellissimo panorama dalla vetta che consente di spaziare dal Golfo di Genova, al Monferrato e alla cerchia alpina occidentale.

Note Tecniche

Località di partenza:  Voltaggio 350 m. c.
Dislivello: 800 m. c.
Difficoltà: E, EE in inverno con la neve.
Percorrenza: 3 h + 2 h. e 15 min. per il ritorno.
Periodo Consigliato: Tutto l'anno.
Ultima salita: 17 gennaio 2010
 

Accesso

Mappa dell'itinerario di salita da Voltaggio al Monte Tobbio
Clicca sulla mappa per ingrandirla


Da Genova si prende l'autostrada A7 fino a Busalla, e da qui si segue la direzione per Milano fino a Borgo Fornari dove si prende a sinistra la strada per il Passo della Castagnola. Superato il valico si scende verso Voltaggio e si segue, senza entrare in paese la strada per Gavi/Novi fino nei pressi di una grossa costruzione (una filanda ora ristorante). Poco più avanti si prende il bivio a sinistra che porta in paese fino al parcheggio di Piazza 25 Aprile dove si lascia l'auto.

Itinerario

Si parte seguendo la scalinata e la stradina che portano in paese, dove in poco ci si trova di fronte alla chiesa. Qui si sale, a destra, seguendo un cartello che indica la strada per i ruderi del castello. Una stradina che diventa poi sentiero sale ripida fino ad arrivare nel bosco dove incontriamo il sentiero che seguiremo fino in vetta, segnalato FIE con un triangolo giallo, che sale, dall'altro lato del paese (palina). Si prosegue salendo nel bosco dove si incontrano due bivi (paline segnaletiche). Si esce poi su di un crinale dove il sentiero prosegue per un buon tratto quasi in piano fino ad incontrare un sentiero proveniente dal Valico degli Eremiti. Ora la traccia sale più ripida, su terreno aperto e sassoso con molte scorciatoie fino ad arrivare al Passo della Dagliola (palina segnaletica con altri sentieri segnalati). Da qui si continua a salire su terreno ripido per l'ultima rampa che porta sulla vetta incontrando anche il sentiero (poco sotto la cima) che proviene dal Valico degli Eremiti. Dalla vetta nelle belle e limpide giornate (non è il caso di questa descrizione) si gode di un panorama stupendo. (3 h).

Ritorno

Seguendo l'itinerario di salita.(2 h e 15 min.).


Ritorna alla pagina delle ESCURSIONI 
 
Ultimo Aggiornamento: 21 gennaio, 2010