Avvertenze
Difficoltà
Dislivelli
Meteorologia in montagna
ESCURSIONI
HOME

Salendo lungo la costiera Verso la vetta Il "pallone" sulla vetta Fiori  

M. Lesima m. 1724

Appennino Ligure

Breve Descrizione

M. Lesima
Clicca sulle foto per ingrandirle


Il monte più alto della Val Trebbia, riconoscibile da ogni parte per il radiofaro utilizzato per la navigazione aerea situato sulla vetta. Il monte Lesima è l'estrema punta meridionale della Lombardia. Pare che Annibale, il condottiero Cartaginese, sia passato da qui e sarebbe stato ferito ad una mano dai Romani sul Monte Lesima, il cui nome ricorderebbe l'evento: Lesima= lesa - mano.

Note Tecniche

Località di partenza: Piani del Lesima Albergo-ristorante Prodongo 1200 m. c.
Dislivello: 550 m. c.
Difficoltà: E, EE in inverno con neve
Percorrenza: 3 h e 30 min. totale
Periodo Consigliato: Tutto l'anno.
Ultima salita: 21 maggio  2006
 

Accesso

Mappa M. Lesima
Clicca sulla mappa per ingrandirla


Da Genova si segue la S.S. 45 che risale la Valbisagno e la Val Trebbia fino a superare l'abitato di Ottone. Dopo pochi km. si prende un bivio a sinistra per Zerba. Si segue la stradina fino a superare il borgo di Zerba, lasciando poi a sinistra la deviazione per il Passo del Giovà. Arrivati dalla chiesa si prosegue superando il cimitero per una stradina stretta, ma completamente asfaltata, superando un valico per poi ridiscendere fino ai "Piani del Lesima" punto di partenza dell'escursione.

Itinerario

Itinerario panoramico ad anello. Si sale dai Piani del Lesima seguendo una sterrata (segn. bianco-rosso) che taglia a mezzacosta le pendici orientali, fino ad arrivare ad un colletto sul crinale dove, seguendo il sentiero di costa, voltiamo decisamente a sinistra. (Qui incontriamo, sia il sentiero, che la strada asfaltata provenienti dal Passo del Brallo). Continuiamo verso sud, seguendo tutto il crinale, con alcuni saliscendi, superando bellissimi prati che in primavera danno origine a stupende fioriture. Ora affrontiamo il tratto finale, che, percorrendo anche un breve tratto della stradina asfaltata per il radiofaro, ci porta in vetta. Per il ritorno continuiamo sul versante opposto verso Zerba, seguendo sempre i segnavia bianco-rossi, fino alla quota 1400 c. dove incontriamo la stradina asfaltata percorsa con l'auto al mattino. Qui seguiamo verso sinistra, la stradina in discesa fino a ritornare ai Piani del Lesima. (3 h. e 30 min. - 550 m. dislivello).

Ritorno

Itinerario ad anello.


Ritorna alla pagina delle ESCURSIONI 
 
Ultimo Aggiornamento: 24 maggio, 2006