Avvertenze
Difficoltà
Dislivelli
Meteorologia in montagna
ESCURSIONI
HOME

Salendo la pista da sci di Zum Zeri Sulla sommità del M. Tecchione Faggi Sul M. Prato con il cippo Termine n° 10 Alla Foce dei Tre Confini sullo sfondo dietro ai faggi si vede il m. Gottero Il crinale per il M. Gottero Sulla vetta del M. Gottero

M. Gottero m. 1639

Appennino Ligure

Breve Descrizione

Verso la cima
Clicca sulle foto per ingrandirle


Bella montagna, imponente e molto panoramica, è la più alta della provincia di La Spezia.
Un itinerario lungo e faticoso con quasi 25 km e 900 m. di dislivello interessante per gli antichi cippi di confine tra Toscana e Parma che si trovano lungo il percorso. L'itinerario è segnalato con la bandierina bianco-rossa della GEA prima e dell'AVML dopo, prevalentemente sui tronchi degli alberi ed è ben visibile anche in caso di neve alta. Sulla vetta si trova un contorta croce di ferro eretta nel 1933.

Note Tecniche

Località di partenza: Passo dei Due Santi (Zum Zeri) m. 1390 c.
Dislivello: 880 m. c.(560 and. +320 rit.)
Difficoltà: E
Percorrenza: 3 h e 40 min. + 3 h e 20 min. per il ritorno.
Periodo Consigliato: Tutto l'anno.
Ultima salita: 1 aprile 2007
 

Accesso

Clicca per vedere la cartina dell'itinerario di salita al M. Gottero
Clicca sulla mappa per ingrandirla


Da Genova si prende l'autostrada A12 fino a Carrodano, e da qui si segue la direzione per Sesta Godano. Arrivati in paese ( entrare in paese senza seguire la tangenziale) si prende la strada per Zum Zeri che arriva al Passo dei Due Santi dove si lascia l'auto.

Itinerario

Si segue il sentiero che sale nel bosco segnato con la bandierina bianco-rossa GEA per un breve tratto fino a ricongiungersi con la pista da sci che si risale per tutto il suo sviluppo fino ad arrivare alla sommità dello skilift sotto al m. Iabei. Qui si rientra nel bosco a destra in lieve discesa per poi risalire sulla costiera nei pressi del M. Tecchione  m. 1583, che si supera continuando, prima in discesa, poi in risalita sul M. Pitone  m. 1549. Si continua con saliscendi lungo il crinale del m. Pitone fino ad arrivare al Focetto m. 1460 dove incontriamo l'AVML (proveniente da sinistra dal Passo di Calzavitello) che seguiamo sempre per la costiera nel bosco fino a  risalire sul M. Prato m. 1561. Da qui si continua sempre in saliscendi ma prevalentemente in discesa per arrivare ad aggirare sul versante sud il M. Teccio al Sole fino a scendere ulteriormente intorno a quota 1300 c. per poi risalire di oltre cento metri nel bosco che ci porta alla Foce dei Tre Confini m. 1416. Da qui si abbandona l'AV principale per seguire la variante AV2 che sale sul crinale e ci porta in una mezz'ora in vetta al M. Gottero.(3 h e 40 min. - 560 m. dislivello).

Ritorno

Per il medesimo itinerario.  (3 h e 20 min. 320 m. dislivello).


Ritorna alla pagina delle ESCURSIONI 
 
Ultimo Aggiornamento: 4 aprile, 2007