Avvertenze
Difficoltà
Dislivelli
Meteorologia in montagna
ESCURSIONI
HOME

M. Delle Figne m. 1172

Appennino Ligure

Breve Descrizione


Clicca sulla foto per ingrandirla


Cima più alta del Parco Regionale delle Capanne di Marcarolo, di forma tozza e allungata, meno nobile e caratteristica del vicino M. Tobbio. Sulla vetta è situato un cippo dalla forma particolare eretto dal C.A.I. di Bolzaneto.

Questo itinerario, quasi ad anello, è lungo e richiede un buon allenamento, calcolando anche il notevole dislivello.

Note Tecniche

Località di partenza: Gallaneto  ( Centrale Idroelettrica) m. 270 c.
Dislivello: 1200 m. c.
Difficoltà: E
Percorrenza: 7 h.
Periodo Consigliato: Tutto l'anno. Evitare i mesi più caldi.
Ultima salita: 2  giugno 2005
 

Accesso


Clicca sulla mappa per ingrandirla


Da Genova  si segue la Valpolcevera fino a Bolzaneto. Si prosegue per PonteX, Campomorone e Isoverde. Da isoverde si continua salendo fino a Gallaneto e alla centrale.

Itinerario

Si sale su asfalto, seguendo il segnavia FIE quadrato rosso pieno, fino alle Case Dellepiane, poi si segue una sterrata che conduce alle Case Pacinotti, dove si devia a sinistra e si continua a salire nel bosco e poi su terreno roccioso più aperto fino ad arrivare al Passo di Prato Leone m. 779. Qui incontriamo la strada che conduce ai laghi del Gorzente e la seguiamo fino ad arrivare al primo lago (Lagolungo) che costeggiamo sulla sponda destra orografica continuando fino a superare anche il lago Bruno. Proseguiamo a mezzacosta sulle pendici Ovest del Monte delle Figne seguendo il segnavia FIE quadrato giallo pieno, fino a superare le Case Priadoga. Continuando con il sentiero arriviamo alla Casa Carossina dove incontriamo il sentiero "due croci gialle" che a ritroso ci conduce, dopo aver seguito una sterrata sulla costiera che scende dalla vetta, al Monte delle Figne. (4 h e 30 min.)

Ritorno

Scendiamo seguendo il sentiero FIE due croci gialle fino al Passo Mezzano: qui possiamo scegliere se continuare a scendere verso il Prato Perseghin, costeggiando le pendici ovest del M. Taccone, oppure salirci in vetta seguendo la traccia a sinistra che risale prima il pendio e poi la cresta nord. La discesa avviene dal pendio opposto fino a ricollegarsi col sentiero FIE al Prato Perseghin. Qui si abbandona il segnavia FIE (che scende a Isoverde passando per Cravasco) e si prosegue seguendo la bandierina bianco-rossa AVML, costeggiando le pendici del Bric di Guana fino ad arrivare al colletto nei pressi dell'Osservatorio Naturalistico del CAI di Bolzaneto. Qui scendiamo a sinistra seguendo sempre l'AVML fino a ritornare al Passo di Prato Leone dove riprendiamo il sentiero seguito in salita da Gallaneto. (2 h e 30 min.)


Ritorna alla pagina delle ESCURSIONI 
 
Ultimo Aggiornamento: 29 Aprile, 2006